UniNA

Dipartimento di Matematica e Applicazioni
Piano Lauree Scientifiche
Matematica e Statistica

PLS: Matematica e Statistica a Napoli

Il Piano Lauree Scientifiche è nato nel 2005 come Progetto Lauree Scientifiche da un accordo tra Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Confindustria e Conferenza Nazionale dei Presidi delle Facoltà di Scienze e Tecnologie. Il Dipartimento di Matematica e Applicazioni “R. Caccioppoli” dell'Università degli Studi di Napoli Federico II ha aderito da subito con entusiasmo al Piano condividendone le finalità.

L'obiettivo prioritario del Piano consiste nel promuovere azioni di orientamento per gli studenti delle scuole superiori nel campo delle materie scientifiche di base, tra cui la matematica.

In particolare esso intende:

  • offrire agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori opportunità di conoscere temi, problemi e procedimenti caratteristici dei saperi scientifici, anche in relazione ai settori del lavoro e delle professioni, al fine di individuare interessi e attitudini specifiche e fare scelte consapevoli in relazione a un proprio progetto personale;
  • mettere in grado gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di autovalutarsi, verificare e consolidare le proprie conoscenze in relazione alla preparazione richiesta per i diversi corsi di laurea scientifici.

Nel campo della matematica, il Piano affronta il problema di come dare ai giovani una più corretta rappresentazione ed una migliore conoscenza della materia, la quale è talvolta vista, anche da studenti capaci e brillanti, come una disciplina poco significativa e poco o per nulla stimolante.

A questo scopo, il Piano è articolato in “laboratori”, in cui gli studenti sono guidati attraverso un percorso di gioco alla scoperta di problemi matematici, nonché alla loro formalizzazione, alla congettura di soluzioni ed alla loro applicazione. Sotto la guida dei docenti coinvolti nel laboratorio, agli studenti è lasciata massima autonomia. In particolare viene esaltata la fase “euristica” che ogni processo autentico di comprensione richiede. Contemporaneamente, gli studenti sono stimolati ad impadronirsi del linguaggio matematico.

Una parte del materiale didattico prodotto negli anni è stato raccolto in alcune pubblicazioni.